Digital Signage, Ipad e robot per il nuovo ospedale di Bergamo


Digital Signage, iPad , robot, bisturi guidato. Sono alcune delle soluzioni tecnologiche che caratterizzeranno il nuovo polo ospedaliero di Bergamo. Migliaia di cittadini hanno partecipato all’open day di domenica 27 novembre per avere alcune anticipazioni, in attesa dell’apertura prevista per il prossimo anno, sul nuovo ospedale “Papa Giovanni XXIII” che sarà la più grande struttura sanitaria della Lombardia con 320 mila metri quadri di superficie e 1200 posti letto e che si candida ad essere una delle strutture più all’avanguardia del settore sanitario in tutta Europa.
L’Eco di Bergamo ha anticipato alcune delle novità, specie dal punto di vista dell’impiego di soluzioni tecnologiche, della nuova struttura ospedaliera.  Naturalmente le sale operatorie e gli ambulatori saranno dotati di strumenti diagnostici e chirurgici di alto livello, come ad esempio il bisturi guidato che su un monitor anticiperà al medico il percorso che il bisturi dovrà seguire durante l’operazione.  Ma la tecnologia sarà la parola d’ordine per l’intero ospedale.  Ad esempio si parla dell’utilizzo di iPad al posto delle tradizionali cartelle per i pazienti, di robot per la distribuzione di medicine, biancheria e cibo nei vari reparti  e un sistema di monitoraggio costante delle presenze del  pronto soccorso.  La biancheria e le divise di medici e personale, ad esempio, saranno dotate di un microchip. Le divise, dopo il lavagggio, potranno essere ritirate da un distributore automatico con touch screen, tramite il riconoscimento del badge.
Naturalmente anche ciascuna delle camere sarà perfettamente “tecnologizzata”:  condizionamento con pannelli radianti regolabile autonomamente in ogni camera, un televisore per ogni paziente con cuffie per l’ascolto. Naturalmente non poteva mancare un sistema di connessione internet wireless che copre l’intera area dell’ospedale.
Sistemi di Digital Signage istallati lungo Hospital Street, la strada che da accesso ai vari padiglioni dell’ospedale, consentiranno ai cittadini di avere informazioni utili per orientarsi all’interno della nuova struttura..

Bookmark and Share

, , , , , , ,

  1. #1 di Angela Pasquin il 8 maggio 2014 - 16:16

    L’avvento del digital signage negli ospedali mi sembra positivo se si possono combinare queste sinergie tra pubblico e privato. Negli Stati Uniti in numerosi ospedali per migliorare il confort dei pazienti e dei loro parenti hanno adottato una soluzione simile ma con l’aggiunta di un servizio fondamentale. Dei carica batteria per apparecchi mobili . Queste stazioni di ricarica in libero servizio dispongono di armadietti di sicurezza con all’interno diversi modelli di cavi di ricarica per qualsiasi tipo di telefono, tablet, lettori musicali e altri dispositivi mobili. Quest’ultime sono equipaggiate di schermi LCD su cui vengono trasmesse informazioni interne inerenti alle strutture ospedaliere e degli spot pubblicitari che generano introiti destinati al miglioramento dei servizi.
    Penso che sia un ottima idea poiche, quando si è in ospedale in una situazione di emergenza l’ ultima cosa che vorremmo che accada e proprio quello di rimanere senza batteria e non poter essere più raggiungibile dal resto della famiglia.
    Ben vengano anche da noi questi tipi di dispositivi.
    Da una mia ricerca sul web in Europa esiste un società francese che produce questi tipi di apparecchi. http://www.gidophone.com

    Angela Pasquin

I commenti sono stati disattivati.