2012: l’anno del Digital Signage


Un incremento di affari di oltre il 20% e una sempre maggiore consapevolezza delle potenzialità del mezzo. Sono queste le previsioni per il Digital Signage che, secondo Lyle Bunn, uno dei più importanti analisti del mercato dei dynamic media, nel 2012, vivrà un vero e proprio boom.
In un articolo apparso su Digital Signage Today, Bunn afferma che a tra le aziende che operano in questo settore a risultare vincenti saranno quelle che investiranno costantemente nello sviluppo e nella ricerca. Bunn nell’indicare la direzione da seguire in questa ricerca, prende in prestito dal mondo giornalistico le famose 5W: who, what, where, when e why. Quindi, individuare i potenziali utilizzatori del mezzo, capire quali tipologie di messaggi veicolare, dove e quando presentare i contenuti e riuscire a rendere evidente a chi investe perché il digital signage risulta più efficace di altri mezzi nel raggiungere obiettivi di marketing e comunicazione.
Bunn inoltre sostiene che sarà il Digital Signage ad incrementare sé stesso:  il ritorno di investimento che questi sistemi garantiscono, infatti, porterà ad investire in nuovi progetti facendo si che il DS si affermi come una delle soluzioni più efficaci ed economiche in ambito comunicativo.

In attesa di scoprire cosa accadrà nel 2012 Keith Nielsen, autore di “Unleashing the Power of Digital Signage” segnala i dieci progetti Dooh (Digital out of home) più cool del 2011. Tra questi abbiamo scelto quella che Nielsen definisce senza dubbio la più divertente (tanto che il video vanta 9 milioni di visualizzazioni su youtube), realizzata in Spagna per T-Mobile, e la presentazione veramente suggestiva della ibrida Lexus attraverso la mappatura 3D del Roosevelt Hotel di Hollywood.

 

 

http://youtu.be/TzWE_PpPjig.

Bookmark and Share

, , , , , , , , , , ,

I commenti sono stati disattivati.