Articoli con tag Advertising

Il Digital Signage e lo shopping chirurgico

Surgical shoppers, ovvero gli acquirenti chirurgici. È così che Jose Avalos, General Manager nel settore Digital Signage di Intel, definisce su Digital Signage Today quella tipologia di acquirente che sa esattamente quello che vuole: entra in un negozio sapendo già cosa vuole comprare, lo compra e esce.
Gli acquirenti chirurgici sono i continuo aumento, come dimostra la ricerca di ShopperTrak, società di ricerca di Chicago, secondo la quale, chi si reca in un centro commerciale visita in media tre negozi, due in meno rispetto ai cinque visitati prima della recessione. Secondo Avalos, questo cambiamento è dovuto solo in parte alla crisi economica. Le ragioni di questo cambiamento sono da ricercare anche nella sempre maggiore diffusione dello shopping on line e alle applicazioni da smartphone. Molto spesso, infatti, ci si informa in precedenza sul prodotto da comprare. Si cerca il prodotto on line, si individua dove trovarlo al prezzo più conveniente. Quindi il tour virtuale on line sostituisce quello reale tra negozi per cercare l’offerta migliore. Senza contare le offerte veicolate attraverso i social network o il sistema d’acquisto tramite coupon.
Come possono i rivenditori adeguarsi a questo cambiamento? Avalos afferma che bisogna individuare soluzioni che permettano di sfruttare al meglio il poco tempo che l’acquirente passa all’interno del negozio e, considerando che alla base di questo cambiamento c’è la ricerca di prodotti on line, non c’è da sorprendersi se la soluzione sta nel portare l’esperienza on line all’interno del negozio. L’obiettivo è quello di rendere il più facile possibile l’acquisto al cliente, in modo che al marchio venga associata un’esperienza di acquisto positiva. In questo i sistemi di Digital Signage e di “brand experience”, rappresentano la soluzione ideale, anche perché permettono di monitorare flussi e tipologia di clienti, fornendo così informazioni importanti per riorganizzare al meglio il lavoro e le proprie strategie.

Bookmark and Share

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Nessun commento

Nuove frontiere della comunicazione: Invertising vince su Advertising

Per il Festival dell’Economia di Trento, “Identità e crisi globale”,Paolo Iabichino, il Direttore Creativo di OgilvyOne e di OgilvyAction, insieme a Luca Cattoi e Claudio Maffei, ha tenuto  il 1 giugno 2009 una keynote su come sta cambiando il mondo del marketing e dell’advertising, in collaborazione con “Giovani Imprenditori“.  Nel suo nuovo libro e dal video realizzato in occasione del Festival, si fa portavoce di una nuova visione della comunicazione e della pubblicità, chiamata “Invertising”. Un concetto che tiene conto delle grandi trasformazioni portate dalle nuove forme di connessione, partecipazione, creazione collettiva e individuale che sta spostando velocemente l’utente da spettatore passivo ad attore attivo ed influente, individuo di valore per sè e per la comunità.

In questo video i termini chiave della “vecchia” generazione si trasformano dinamicamente in termini che diventano di giorno in giorno più consueti ed importanti nella vita socialmente estesa dell’uomo del terzo millennio.

Noi stessi , come azienda tecnologica, impeganta nello studio e nella ricerca, nel Digital Signage (schermi pubblicitari) e nell’Human-Computer Interaction,  ci facciamo promotori di nuove forme di tecnologie che veicolino una comunicazione diretta al pubblico, con nuove modalità, stimolandolo a un’ interazione diretta tra uomo e macchina, che si trasformi poi in ulteriore valore per l’uomo. Interazione che può essere gradimento o non gradimento, divertimento, gioco, apprendimento, o semplice intrattenimento. Lo sforzo in tutto questo è rispettare e riportare l’uomo al centro, di se stesso e del mondo che lo circonda, attraverso la possibilità di non subire più passivamente l’informazione ma di esprimersi e migliorare.

Tutto ciò dimostra che si può fare business in modo etico e sostenibile.

Bookmark and Share

, , , , , , ,

Nessun commento