Articoli con tag iPad

Digital Signage, Ipad e robot per il nuovo ospedale di Bergamo

Digital Signage, iPad , robot, bisturi guidato. Sono alcune delle soluzioni tecnologiche che caratterizzeranno il nuovo polo ospedaliero di Bergamo. Migliaia di cittadini hanno partecipato all’open day di domenica 27 novembre per avere alcune anticipazioni, in attesa dell’apertura prevista per il prossimo anno, sul nuovo ospedale “Papa Giovanni XXIII” che sarà la più grande struttura sanitaria della Lombardia con 320 mila metri quadri di superficie e 1200 posti letto e che si candida ad essere una delle strutture più all’avanguardia del settore sanitario in tutta Europa.
L’Eco di Bergamo ha anticipato alcune delle novità, specie dal punto di vista dell’impiego di soluzioni tecnologiche, della nuova struttura ospedaliera.  Naturalmente le sale operatorie e gli ambulatori saranno dotati di strumenti diagnostici e chirurgici di alto livello, come ad esempio il bisturi guidato che su un monitor anticiperà al medico il percorso che il bisturi dovrà seguire durante l’operazione.  Ma la tecnologia sarà la parola d’ordine per l’intero ospedale.  Ad esempio si parla dell’utilizzo di iPad al posto delle tradizionali cartelle per i pazienti, di robot per la distribuzione di medicine, biancheria e cibo nei vari reparti  e un sistema di monitoraggio costante delle presenze del  pronto soccorso.  La biancheria e le divise di medici e personale, ad esempio, saranno dotate di un microchip. Le divise, dopo il lavagggio, potranno essere ritirate da un distributore automatico con touch screen, tramite il riconoscimento del badge.
Naturalmente anche ciascuna delle camere sarà perfettamente “tecnologizzata”:  condizionamento con pannelli radianti regolabile autonomamente in ogni camera, un televisore per ogni paziente con cuffie per l’ascolto. Naturalmente non poteva mancare un sistema di connessione internet wireless che copre l’intera area dell’ospedale.
Sistemi di Digital Signage istallati lungo Hospital Street, la strada che da accesso ai vari padiglioni dell’ospedale, consentiranno ai cittadini di avere informazioni utili per orientarsi all’interno della nuova struttura..

Bookmark and Share

, , , , , , ,

1 Commento

Tablet e Smartphone lowcost. Informa Sistemi raccoglie la sfida delle apps.

TABULA POSTE MOBILE_INFORMASISTEMIConiugare portabilità, flessibilità d’uso e costi contenuti. A questo stanno puntando i competitor di Apple, primi fra tutti  Acer e Huawei, per rendere i propri tablet e smartphone oggetti di interesse per la grande massa di consumatori. Huawei ha in scuderia Ideos S7 Slim, una tavoletta inferiore per capacità operative a quelle di iPad (monta la versione 2.2 di Android e non supporta le reti Hspa+), ma è molto più a buon mercato. “Noi pensiamo al tablet – ha detto  Roberto Loiola, Vice President di Huawei per l’area Western Europe – come a una console su cui girano applicativi in serie capaci di controllare Tv, cellulare e magari anche gli elettrodomestici. Deve costare poco per essere ricettiva per il grande pubblico, non più di 400 euro“. In questo senso sta operando anche InformaSistemi: già da tempo sviluppa apps in grado interfacciarsi con varie tecnologie, prima fra tutte l’applicazione elimina code, che offre la possibilità all’utente di monitorare la situazione della fila tramite smartphone o tablet interagendo con EDV, liberando di fatto l’utente dalle noie della fila agli sportelli.

Prosegui la lettura »

Bookmark and Share

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Nessun commento

Editoria: il futuro fra I-Pad, smartphone e altri Tablet

Non è più considerata un’eresia dare un prezzo ai contenuti del cyberspazio. A dirlo è Vittorio Colao, numero uno mondiale di Vodafone, assieme ad altri quattro top manager delle telecomunicazioni mondiali (Telefónica, China Mobile, At&t e América Móvil). Dal palco del Mobile World Congress di Barcellona, asseriscono coralmente che aveva torto chi diceva che nessuno sarebbe stato disposto a pagare i contenuti, e che il mondo delle apps sta dimostrando il contrario.

Le grandi telco mondiali stanno cercando nuovi business per sfruttare la potenzialità economica dell’esplosione del traffico dati e della banda larga mobile. Tale incremento è dovuto al successo contagioso degli smartphone, e l’attenzione è tutta puntata sulla possibilità di monetizzazione dei contenuti. L’industria della telefonia si appresta anche ad ingaggiare una delle battaglie più difficili e più impopolari: condividere gli investimenti nelle infrastrutture di rete con Google o Facebook, responsabili da un lato dell’affollamento di banda, e dall’altro della positiva generazione di traffico che fa da traino a tutti gli operatori del settore. “Niente più pasti gratis per chi fa uso massiccio dei nostri network senza contribuire al loro sviluppo”, ha dichiarato Colao, mentre il presidente di China Mobile ha sostenuto di “non stancarsi mai di chiedere piattaforme più interoperabili”. Alla fine però si ringrazia Android (quindi Google) per la sua capacità di essere traino per l’industria.

Si parla anche di libro elettronico . Numerosa la presenza di editori che guardano al digitale con grande interesse e di esperti internazionali, provenienti da paesi, come gli Stati Uniti, dove il mercato del libro digitale è già realtà.

Prosegui la lettura »

Bookmark and Share

, , , , , , , , , , , , , , , ,

Nessun commento